lunedì 19 dicembre 2011

Buone feste!

Se pur in austerità, vi auguriamo i migliori i migliori auguri di Buone Feste!

I Miromagnum

mercoledì 30 novembre 2011

Presentazione dell'evento "Perciavutti 2011" I Miromagnum partecipano all'evento!


Presentazione dell'evento "Perciavutti 2011" I Miromagnum partecipano all'evento!

Una Fredda giornata a Mormanno!

Dall'amico Pino Greca per conto YOUReport --- qualche sorpresa tra i ripresi!!!!

giovedì 24 novembre 2011

martedì 22 novembre 2011

Iniziativa a cura dell’amico Avv. Giorgio Rinaldi


L’iniziativa promossa porta con sé oltre ad alto valore culturale una grande opportunità per le realtà imprenditoriali del Pollino, visto la presenza dell’Ambasciatore. Così come più volte da Lei ribadito la cultura può e deve essere una leva per lo sviluppo di questa terra.

lunedì 26 settembre 2011

Rinnovo cariche 2011 - Miromagnum

Evviva, evviva, evviva! L'associazione Miromagnum nel rispetto delle norme e sopratutto in un clima di amicizia ha rinnovato i suoi organi di governo e di controllo. In un pomeriggio alquanto uggioso si sono svolte le elezioni per il rinnovo del consiglio di amministrazione dei Miromagnum, del collegio dei Sindaci e dei probiviri. Il seggio è stato preseduto da Fortunato Massimo opportunamente coadiuvato dalle segretarie Galizia Maria Francesca per tutti Chicca e Pappaterra Alessandra. Come da prassi dopo la S.S. Messa domenicale il seggio si è riempito, raggiungendo quasi l’80% degli aventi diritto al voto. Rinnovata in toto la fiducia al CDA uscente, new entry Perrone Francesco e Gianluca Marsiglia. Cambio di guardia all’interno del collegio dei Sindaci Cersosimo lascia e passa il testimone a Pandolfi. Come ribadito in un precedente post, peccato che nei due organi di controllo siano pervenute pochissime candidature, rendendo gli organi sotto dimensionati rispetto ai lavori da svolgere. Sarà cura dei Presidenti dei due collegi richiedere all’assemblea il reintegro, indicendo nuove elezioni per i due posti vacanti oppure lasciare tutto inalterato.  La prima dichiarazione del neo Presidente Perrone: “Vi ringrazio di cuore per l'ennesima dimostrazione di stima nei miei confronti ma anche sui cinque candidati del CDA uscente, questo dimostra di aver operato bene negli ultimi due anni. Un in bocca al lupo ai due nuovi membri eletti, non dimenticando i tre non eletti a cui va' tutta la mia stima ricordando che ci sara' spazio e lavoro per tutti!!!!!! Si ritorna a LAVORARE per raggiungere nuovi obbiettivi e successi tutti insieme. Lasciatemi passare una battuta "naturalmente saro' il presidente di tutti comprese le tre persone che non hanno creduto in me, Un abbraccio a tutti.”


venerdì 16 settembre 2011

Un estratto della XIX Edizione del Festival del Peperoncino con I Miromagnum

Cari amici, a dimostrazione di come questa associazione riesca a coinvolgere persone da diverse parti del mondo senza alcuna preclusione. Alcuni amici, hanno voluto raccontare secondo il loro punto di vista la performance dei Miromagnum a Diamante (CS) 8 Settembre 2011. Per farlo si sono avvelse di questi due video.

 
II Atto

Non vi anticipo nulla, voglio però condividere con voi questo momento anticipandovi che a breve ci saranno delle bellissime news e i Miromagnum ne saranno, aggiungerei come al solito, protagonisti! 

lunedì 12 settembre 2011

Rinnovo Cariche Associazione Miromagnum

Ci siamo dopo i tanti successi ottenuti nel corso di questi ultimi anni i Miromagnum si apprestano, nel rispetto delle regole statutarie e della normativa vigente, al rinnovo degli organi dirigenziali e di controllo dell'associazione. A nome di tutti nessuno escluso si ringraziano tutti coloro i quali hanno contribuito al lavoro sin ora svolto in modo particolare ai dirigenti ei rappresentanti degi vari organi di controllo, un saluto particolare ai dimissionari che per impegni strettamente personali non hanno potuto ricandidarsi. I dirigenti che non si sono ricandidati sono Roberto e Caterina, mentre lato organi di controllo, rispettivamente per il Collegio dei Probiviri Maria e Maira, per il Collegio Sindacale Lara. A tutti voi un grazie per il lavoro che avete svolto ed un in bocca al lupo a tutti i nuovi candidati. Per meglio condividere con gli amici che ci seguono vi illustreremo se pur brevemente ruoli e funzioni di questi organi. L'organo sovrano è l'assemblea dei soci, come da art 8 dello statuto, è questa il motore dei miromagnum.

Il Consiglio di Amministrazione viene eletto direttamente dall’Assemblea Generale, dura in carica 3 anni ed è rieleggibile. Il Consiglio di Amministrazione è composto da 7 membri. Il Consiglio di Amministrazione assolve alle seguenti funzioni:

a) Ha voto deliberativo su ogni atto attinente alla vita ed al funzionamento dell’Associazione;
b) Redige il relativo programma di azione per il prossimo esercizio;
c) Relaziona l’attività svolta nell’esercizio trascorso;
d) Cura la stesura del conto consuntivo;
e) Provvede alla compilazione e formulazione del bilancio di previsione.


Ad assolgere queste funzioni si sono candidati

 Accurso Michele
 Apollaro Giuseppe
 Apollaro Lucia
 Armentano Alessia
 Cosenza Antonio
 De Luca Manuela
 Marsiglia Gianluca
 Perrone Francesco
 Perrone Marcello
 Regina Alessandro




solo 7 di questi faranno parte del CDA.


Il Collegio dei Sindaci è eletto dall’Assemblea con gli stessi criteri del Consiglio di Amministrazione, dura in carica 3 anni ed è rieleggibile. Collegio dei Sindaci è composto da un Presidente, da un Vicepresidente, un membro effettivo e due supplenti.

Il Collegio ha le seguenti funzioni:
a) Controlla l’Amministrazione dell’Associazione e vigila sull’osservanza delle norme di legge e statutarie.
b) Accerta la regolare tenuta della contabilità;
c) Redige la relazione sul bilancio consuntivo e su quello preventivo.

Ad assolgere queste funzioni si sono candidati

 Cersosimo Salvatore
 Pandolfi Salvatore

Il Collegio dei Probiviri eletto dall’Assemblea con gli stessi criteri del Consiglio di Amministrazione, dura in carica 3 anni ed è rieleggibile. Il Collegio dei Probiviri è composto da 5 membri eletti dall’Assemblea. Il Collegio dei Probiviri vigila per l’attuazione dello Statuto e , in particolare, per il rispetto degli scopi di cui all’art.2 del presente Statuto.

Il Collegio dei Probiviri decide in via definitiva sui ricorsi avverso le delibere adottate. Il Collegio dei Probiviri assume la funzione di collegio arbitrale per chiarire eventuali controversie tra i Soci.

 Alberti Nicola
 Minervini Giovanni

Una caratteristica dei miromagnum è la franchezza che ci contraddistingue,  ci duole constatare come per gli organi di controllo siano pervenute pochissime candidature pur essendo un'associazione così ricca di soci. Forse evidenziando il ruolo e le funzioni che gli organi di controllano devono assolvere la prossima volta ci saranno maggiori adesioni.

In bocca al lupo a tutti
ad maiora semper!

mercoledì 31 agosto 2011

I Miromagnum rispondono...

Come anticipato nel post, la tua nota apre una discussione e pone una serie di punti di riflessione. Riteniamo che le tue osservazioni devono essere accolte come monito per le attività future e come spunto per la valutazione sull’attività sinora svolta. Partiamo dal tuo ultimo interrogativo.

“In tempi di vacche magre non possiamo più permetterci queste manifestazioni oppure oggi più che mai sono necessarie non solo come volano della cultura popolare ma anche delle economie locali ? “

Crediamo a maggior ragione in un momento di crisi, che ognuno di noi debba fare la propria parte: Associazioni, Enti, Aziende, Media nessuno escluso …. Tutti devono partecipare fornendo il proprio apporto di mezzi, risorse e tempi per generare i presupposti di un paese migliore. La crisi si può affrontare in tanti modi: continuando a piangerci addosso, dando sempre la colpa agli altri; assumendo un atteggiamento distaccato oppure possiamo noi dal basso iniziare a sollevarci e dimostrare che è possibile fare di più. Crediamo che chi resta in questa terra, così difficile e arida, per dirla attraverso le parole dell’ultimo premio Faro il Dott. Boemi: “debba crescere prima ed anche alla svelta”.

L’altra sera guardavamo, presso la sede del gruppo, la fiction interpretata in modo magistrale da Beppe Fiorello, “Salvatore D’Acquisto”, tra di noi si discuteva cosa voleva dire essere giovani nel 1943. Quei ragazzi cosa ci hanno lasciato? Sicuramente la speranza che è possibile costruire un mondo migliore. Noi, senza presunzione, nel nostro piccolo lo facciamo quotidianamente, incontrandoci in sede, provando qualche nuova coreografia, stilando un nuovo progetto, il più delle volte impazzendo per far quadrare i conti e quando questo non riesce con la gestione ordinaria con l’autotassazione dei soci.

Chissà quante volte, ognuno di noi ha pensato, “ma chi ce lo fa fare?” Nessuno di noi ha avuto mai il coraggio di dirlo ad alta voce, per non correre il rischio di offendere chi in quel momento stava lavorando. Questo è lo spirito che aleggia in “Casa Italia: Miromagnum”, si perché in primo luogo siamo Italiani e siamo orgogliosi di esserlo, soprattutto quando riusciamo a far vivere come dicevi tu il meglio di noi stessi presso le più belle piazze del mondo. Questo è la nostra visione, ma occorre fare i conti con la realtà. Durante la conferenza stampa di presentazione dello Xenia Festival si è discusso in modo chiaro sulla necessità di un evento di questo genere. Possiamo ribadire senza alcuna difficoltà di condividere a pieno il pensiero del Presidente dell’Ente Parco Pollino – On. Domenico Pappaterra, nel ricordare che la manifestazione rappresenta e lancia la sfida per l’avvenire: “…bisogna rendersi conto che le idee possono essere messe in campo solo se si cercano le sinergie tra i vari attori sociali, se ci si mette assieme, se si fa uno sforzo di sintesi, poiché il solo sostegno delle istituzioni non è sufficiente. L’azione intrapresa di coinvolgimento delle diverse associazioni messa in campo dal Miromagnum è l’idea vincente…”.

Il modello organizzativo da noi utilizzato che mette in sharing enti/aziende/associazioni/media ha già dato vita ad eccellenti risultati come “Adotta la tradizione”, “La tradizione per la vita”, “Walk of life” infine “Xenia Festival”. Ognuno di questi progetti porta con sé sempre una piena o quasi copertura finanziaria (privata/pubblica) già in fase di pianificazione. Riteniamo tutto ciò rappresenti un punto di partenza e non di arrivo, nel prossimo futuro il modello dovrà essere innovato e integrato, con nuova linfa vitale altrimenti come tutti gli organismi è destinato ad estinguersi. Vi chiederete in che modo? La prima idea che ci viene in mente è l’estensione del modello ai paesi limitrofi dell’area dell’alto Pollino.

In questo modo otterremo: pianificazione congiunta evento, univoco format promozionale, allungamento del periodo, de-temporalizzazione, barriera all’entrata per chi voglia creare duplicazioni e tanto altro ancora.

Per realizzare un processo di questo genere occorre essere chiari, il lavoro deve essere svolto ad unisono e ogni comunità deve perdere un po’ della sua autonomia e porsi sempre più in una sana competizione organizzativa, immaginiamo una sorta di “Primarie del Territorio”, un po’ come funziona per l’aggiudicazione dei campionati del mondo o le olimpiadi.

Non è più pensabile o comprensibile che nello stesso periodo in un raggio di azione di meno di 30 km ci siano contemporaneamente 4 festival Internazionali del Folclore, così come anche quest’anno è successo: Mormanno, Morano Calabro, Frascineto, Castrovillari. Riteniamo che questo sia stato un fallimento di tutti.

Quando si parla di economia, la chiarezza è d’obbligo, altrimenti rischiamo di fare sterili discussioni. I Miromagnum, con delibera di consiglio 2008, hanno deciso di fare questo primo passo a supporto di questo principio, l’evento istituzionalizzato ogni due anni.

Attenzione poi all’utilizzo del marchio “Festival Internazionale del folclore” e si preferisce non evocare in questa sede la parola “Turismo”….. termine abusato in passato anche da noi, non abbiamo difficoltà ad essere critici soprattutto verso noi stessi. Bisognerebbe fare un passo indietro e parlare di tradizione orale, ben hai fatto a citare i principi “sulla salvaguardia della cultura e della tradizione orale (Parigi 1989).”

Come ben sappiamo, a livello mondiale sotto l’egida supervisione dell’Unesco esistono organismi che tendono a realizzare i principi espressi dalla “Raccomandazione sulla salvaguardia della cultura e del folklore” della Conferenza generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la cultura, (Parigi 1989).

Gli organi preposti alla realizzazione e controllo di questi principi sono molti, tra i più importanti a livello mondiale abbiamo il CIOFF, lo IOV, la WIPO. Ognuno di questi organismi internazionali lavora al pari delle agenzie di certificazione. Realizzano la propria missione attraverso il controllo di alcuni vincoli esplicitamente espressi tra i gruppi e gli organizzatori dell’evento, promuovendone l’incontro (ad esempio: il numero dei gruppi partecipanti, le norme di accoglienza, il contributo spese per la partecipazioni ecc.) Ahinoi specie in Italia, non tutto è filato per il verso giusto, ma questo è un’altra storia per dirla alla Lucarelli….. l’effetto è stato devastante non solo non hanno avuto la giusta attenzione nel coordinare/controllare tutti le organizzazioni che dall’oggi al domani si sono lanciate in queste avventure ma hanno creato divisioni e cattive gestioni di cui noi tutti oggi paghiamo le conseguenze.

Se dovessimo fare un paragone con lo sport, a nessuno si vieta la possibilità di giocare a pallone e di organizzare un torneo, ma la serie A è cosa diversa da una terza categoria e pure esiste un unico organismo che ne coordina il ruolo, la Federazione Italiana Gioco Calcio.

Per questo motivo nel rispetto di questi vincoli abbiamo deciso di cambiare nome al Festival e puntare su qualcosa, che come dicevi tu, spaziasse dallo sport, alla musica, all’enogastronomia per meglio affermare il principio della Xenia, inoltre e non per ultimo sono stati gli amici che ci seguono su internet a dettare la linea sul tema della cultura della legalità, promuovendo i due Premi Faro Giardina/Boemi. Nel servizio andato in onda su RAI TRE Calabria è stato colto in pieno il senso dell’evento, il passaggio dal classico Festival del Folclore a Xenia Festival. Questo passo in avanti ha permesso a tutti gli attori protagonisti, giusto per ricordarne solo alcuni: UISP, Ente Parco Pollino, Amm.ne Comunale di Mormanno, Regione Calabria, Quotidiano della Calabria, Faronotizie.it, Proloco, Volley Mormanno, Ladri di Luce, La Valle Interlinee, Eco ambiente, Trasporti Sola Avena e tanti altri, di essere meglio identificati sul territorio posizionando la manifestazione un gradino più in alto rispetto alle altre se pur valide iniziative concomitanti.

Lo spostamento dell’asse dal Festival del folclore al festival dell’ospitalità, ha posto l’accento su un’altra scelta coraggiosa che i Miromagnum hanno realizzato in questi ultimi quattro anni d’attività; lo spettacolo non è più inteso come il puro e semplice alternarsi di canti e balli, bensì qualcosa che va oltre. Abbiamo deciso di percorrere una strada tutta in salita, rischiosa, dove lo spettacolo porta con sé una trama ricca di emozioni, veritiera e nello stesso tempo innovativa, dinamica, al pari di un viaggio sperimentale, seguendo i tempi e modi di un’opera teatrale. Questo risolve il problema da te enunciato “Credo tuttavia che vi sia oramai, in chi guarda e assiste, una saturazione del messaggio, un interesse verso le esibizioni dei gruppi stranieri limitato agli aspetti acrobatici delle danze, allo sfavillio dei costumi, alla bellezza dei volti e dei corpi allenati, alla stranezza degli strumenti musicali.” Questa scelta non solo ci ha premiati ma ci ha permesso di migliorare il nostro brand da pura attività folclorica ad attività culturale.
Forti della nostra visione del folclore stiamo ipotizzando la formula per il futuro del festival; immaginiamo, anche se l’idea è ancora in embrione, che:
- I gruppi ospitati debbano essere opportunamente selezionati in conformità di un percorso simile al nostro;
- Siano previsti dei forum di presentazione, dove ogni gruppo ospite potrà raccontare la storia, i costumi, le musiche, magari anche un momento enogastronomico poter assaporare i sapori della terra di origine.
“Cosa resta di tutto ciò? Questo ha reso Mormanno un paese più ospitale?”
Come sapete i Miromagnum con i loro 30 anni di attività e ben 21 edizioni del Festival hanno ricevuto premi, scattato foto, condiviso momenti emozionanti a Mormanno e non solo… con le tante culture differenti ospitate e ospitanti.
Molte di queste emozioni sono conservate gelosamente nel cuore di ogni elemento e basta una foto, un manifesto, una targa per farle rivivere. Vorremmo condividerle con ognuno di voi, per farlo vorremmo allestire una mostra, dove possano essere esposti questi ricordi. Qui il popolo di Mormanno, potrebbe venirci incontro dimostrando che ha apprezzato e apprezza il lavoro sinora svolto. Vi chiederete come? Fornendoci uno o più locali per allestire un viaggio nella memoria. Tenete presente che a conti fatti circa una persona per ogni famiglia di Mormanno ha fatto o fa parte di questa associazione, sarebbe bello poter ripercorrere questi 30 anni di storia insieme e condividere vecchi ricordi oramai chiusi nel cassetto. Confidiamo in voi! A questo ritorniamo al punto di domanda, sicuramente Mormanno ha sempre dimostrato grande apertura verso il prossimo, forse la migliore risposta che può essere data è il messaggio che uno dei tanti gruppi ospiti ha lasciato sulla bacheca del gruppo ”Mormanno, we miss you!”




Area Relazioni

Prossimi appuntamenti 4 settembre Tortora - 8 settembre Diamante




domenica 28 agosto 2011

Turismo che passione - TGR3 Calabria ore 19:30 27/08/2011

L'amministrazione comunale di Diamante (CS), gioiello del turismo sul tirreno cosentino, ha istituito la I edizione del premio "Turismo che passione". Con immenso piacere abbiamo appreso dal servizio andato in onda ieri sera alle 19:30 sul TGR RAI Calabrese che il premio è stato consegnato Dott. Francesco Dodaro, editore del Quotidiano della Calabria. Il riconoscimento ci inorgoglisce inquanto come più volte detto questa testata ha permesso ai Miromagnum di realizzare la sua prima pietra miliare, coordinando insieme ai Miromagnum il progetto "Adotta la tradizione", da allora in ogni grande occasione il Quotidiano della Calabria ha sempre ci ha sempre sostenuto, non ultimo nella promozione della XXI Edizione dello Xenia Foklore Festival. A nome di tutti i miromagnum congratulazioni e ad maiora semper!






sabato 27 agosto 2011

Una riflessione sul folklore

Nota pubblicata dall'amico Ferdinando Paternostro venerdì 26 agosto 2011 alle ore 17.38 su facebook. Ferdinando per chi no lo conoscesse è un Mormannese Doc, per professione fa il ricercatore per hobby, se pur a Km di distanza, provvede giornalmente a migliorare l'immagine della sua terra di origine. Siamo orgogliosi di riportare sul nostro portale la presente nota, primo perchè la riflessione è degna di nota, secondo per permettere a chi non iscritto al noto social network di poter apportare contributi alla discussione.




"La cultura tradizionale e popolare è l'insieme delle creazioni di una comunità culturale, fondate sulla tradizione, espresse da un gruppo o da individui e riconosciute come rispondenti alle aspettative della comunità in quanto espressione della sua identità culturale e sociale, delle norme e dei valori che si trasmettono oralmente, per imitazione o in altri modi. Le sue forme comprendono, fra l'altro, la lingua, la letteratura, la musica, la danza, i giochi, la mitologia, i riti, i costumi, l'artigianato, l'architettura ed altre arti.”

Traggo tale definizione dalla “Raccomandazione sulla salvaguardia della cultura e del folklore” della Conferenza generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura, (Parigi 1989),
che invito a leggere integralmente .

Da nord a sud della penisola si organizzano ogni anno, soprattutto d’estate, centinaia di “Festival Internazionali del Folclore”. Inserite questi termini nei più comuni motori
di ricerca e ne avrete la prova .




Sono rassegne meritorie, che tendono ad avvicinare i Popoli attraverso l’esplicitazione e la condivisione di canti, suoni, costumi, danze e coreografie che attingono alla tradizione ed alla storia locale.

Una di queste kermesse ha sede da molti anni a
Mormanno e quella di quest’anno (XXI EDIZIONE DELLO XENIA FOLKLORE FESTIVAL) , ben organizzata e molto partecipata, ha avuto un grande e meritato successo anche per aver saputo coniugare i temi della cultura popolare con quelli della legalità, dell’accoglienza e dell'affratellamento attraverso lo sport. E’ stato emozionante sentire risuonare, proprio nelle nostre terre, la parola "Xenia"

Un sintetico ed efficace resoconto del Festival si trova nel suo
video promozionale e nel servizio del TG3 Calabria del 19 agosto u.s. (dal minuto 9.40).

Chi partecipa direttamente a tali manifestazioni le vive con grande coinvolgimento: cresce e si forma unendo l’amore per le proprie tradizioni con la conoscenza e il rispetto delle culture popolari altrui. Tale intima maturazione è interiorizzata, se così posso dire, nelle lunghe e faticose ore passate a provare e riprovare canti e balli ed esteriorizzata nei viaggi e negli spettacoli nelle più belle piazze del mondo .

Credo tuttavia che vi sia oramai, in chi guarda e assiste, una saturazione del messaggio, un interesse verso le esibizioni dei gruppi stranieri limitato agli aspetti acrobatici delle danze, allo sfavillio dei costumi, alla bellezza dei volti e dei corpi allenati, alla stranezza degli strumenti musicali.

Mi chiedo poi , nello specifico: Mormanno oltre ad essere un piacevole ricordo per i giovani di tutto il mondo che sulle nostre piazze sono stati applauditi, è diventato un paese più ospitale, più aperto, migliore anche grazie a vent’anni di folclore internazionale ?

In tempi di vacche magre non possiamo più permetterci queste manifestazioni oppure oggi più che mai sono necessarie non solo come volano della cultura popolare ma anche delle economie locali ?




risposta

lunedì 22 agosto 2011

I sapori del Foklore - Ostuni 20 Agosto 2011

Sabato 20 Agosto, nella bellissima città di Ostuni i Miromagnum hanno partecipato alla prima edizione "I sapori del Foklore". Lo scenario, splendido, della Villa Comunale di Ostuni, forse un po piccolo per accogliere i molti turisti accorsi in massa all'evento. L'idea è del Gruppo Folk “Città di Ostuni” con il patrocinio del Comune di Ostuni – Assessorato alle Attività Produttive, ed in collaborazione con aziende enogastronomiche della Città Bianca. Il risultato prodotto un eccellente volano promozionale per far conoscere all’attenzione del pubblico le eccellenze agroalimentari tipiche del territorio pugliese, ricco di storia e cultura, associando musica e gastronomia, due elementi tradizionali inseparabili che ben si sposano tra loro.

Già dalla partenza ci siamo resi conto che l'iniziativa era valida, ogni gruppo presentava in dono su dei carri tradizionali bardati a festa i prodotti tipici. Raggiunto piazza S. Oronzo, bellissima piazza era quello la location giusta per l'evento, confidiamo nelle prossime edizioni, foto di rito e intro degli sbandieratori di sbandieratori di Carovigno. Ricordando luoghi e tempi passati, il corteo si è concluso presso la Villa Comunale dove la manifestazione ha dato luogo al Gran Festival del Folklore e per l’occasione ha permesso lo scambio interculturale fra le diverse realtà artistiche che hanno rallegrato l’evento dandone voce e colore. Sono intervenuti con i propri saperi il Gruppo Folk “Città di Ostuni”, il Gruppo Sbandieratori “Rione Castello” di carovigno, i Gruppi Folclorici“Miromagnum” (Mormanno, Calabria), “Lu Scattusu” (Brindisi), “Re Pambanelle” (Bitonto, Bari ) “Santu Pietru cu tutte le Chiai” (San Pietro V.co, Brindisi) “Città di Palagianello” (Taranto) “Lu Scegnu“ (Manduria, Taranto).
Ovviamente, non è mancheto per l’occasione assaporare gli antichi sapori proposti da Antica Masseria Morrone, Caseificio “Masseria Aia Antica”, Oleificio CIMAF srl, La Bottega del Vino GRECO e Artigiani del Grano dal Vecchio Forno a Pietra, prodotti semplici, naturali e genuini della gastronomia tradizionale, accompagnati da orecchiette, frise, pettole e puccetedde.
Forti dell’esperienza organizzativa in manifestazioni tradizionali – spiega il presidente Antonio Greco – abbiamo programmato un vero e proprio festival orientato soprattutto come importante veicolo di promozione del nostro territorio, per regalare ai residenti ed ai tanti turisti che affollano la città bianca nel week-end tra Ferragosto e le Feste Patronali, sani momenti di divertimento all’insegna delle tradizioni tipiche, dei costumi, dei sapori e dell’ospitalità della nostra terra. Un ringraziamento particolare ai Miromagnum di Mormanno, che con grande spirito di amicizia e professionalità, hanno dato valore aggiunto all'evento. Il rapporto con i Mormannesi nasce a Campobasso presso il teatro Savoia e si rafforza nel corso di varie iniziative comuni quale "Viva riva, riva Viva" svoltasi nel maggio del 2009 nella bellissima cornice di Riva del Garda.

MARCELLINA 18 AGOSTO – Battesimo di fuoco!

MARCELLINA 18 AGOSTO – Prima uscita dei piccoli del Minifolk F. Perrone

Con la partecipazione al festival del folklore di Marcellina i “pulcini” del Miromagnum hanno fatto la prima esperienza fuori casa. Una bella avventura ad iniziare dall’autobus dagli ammortizzatori scarichi che ci ha accompagnati: due ore di viaggio che hanno divertito i piccoli, un po’ meno gli accompagnatori! Dopo aver indossato il costume tradizionale i nostri artisti in erba hanno sfilato per le strade di Marcellina e ballato la tarantella, fino a giungere alla grande meta: il palco! In una piazza gremita di pubblico e fra le torri della scenografia ecco comparire i colori del Miromagnum. Esibizione ben riuscita, passi eseguiti con accortezza, voci ben modulate nell’esecuzione delle canzoni sotto la guida attenta ed esperta di “Zio” Michele e degli altri “grandi” del gruppo. A fine esibizione scambio dei doni con gli organizzatori del festival e via verso un’altra meta: l’immancabile piatto di pasta al sugo!



Rosanna Laino

Area Relazioni

Miromagnum.it


giovedì 18 agosto 2011

Servizio Video su TGR Calabria - ore 19:30 - 17 agosto 2011

In sintesi un messaggio di speranza: il futuro è nostro ed in una regione come la nostra occorre maturare prima degli altri per meglio affrontare le mille difficoltà di questa "Amata" nostra Calabria!









martedì 16 agosto 2011

30 anni di congratulazioni

I* spettacolo 16 Agosto 1981, prossimo appuntament0 20 Agosto Ostuni (br) vi aspettiamo.


Buon compleanno a :Accurso Michele; Alberti Carlo; Alberti Giovanni; Alberti Nicola; Alvino Francesca; Apollaro Giovanni; Apollaro Giuseppe; Apollaro Lucia; Apollaro Roberta; Armentano Alessia; Armentano Sabrina; Armentano Tania; Barletta Pasquale; Barletta Rocco; Bloise Carmine; Bloise Domenico; Bloise Domenico; Bloise Giada ; Bloise Giuseppe ; Bloise Mariella; Bravi Michela; Calli Antonio; Calli Francesca; Caputo Giuseppe; Cardellini Lara; Cavallini Anastasia; Cerbino Enzo; Cerosimo Caterina Anna; Cersosimo Salvatore; Chiarelli Lorenzo; Ciani Greta Maria Pia; Colaiacovo Angela; Cosenza Antonio; Cosenza Emiliano; Cosenza Pamela; Cosenza Samuele; De Franco Mario; De Luca Elvia; De Luca Manuela; Deminco Eleonora; Diurno Elena; Diurno Teresa; Fortunato Amalia; Fortunato Antonio; Fortunato Domenico Gianluca; Fortunato Erica; Fortunato Manuela; Fortunato Maria Nunzia; Fortunato Massimo; Fratta Vanessa; Galizia Giuseppe; Galizia Maria Francesca; Gallo Sabrina; Greca Roberto; La Terza Chiara; Laino Eugenio; Leone Annalisa; Maiolino Antonio; Maiolino Lorena; Maiolino Maria Cristina; Maiolino Ylenia; Maradei Erika; Maradei Pasquale; Maradei Teresa; Maradei Veronica; Marsiglia Andrea; Marsiglia Davide; Marsiglia Gianluca; Minervini Antonio; Minervini Giovanni; Montuori Desirée; Pandolfi Francesca; Pandolfi Salvatore ; Pandolfi Vittoria; Papa Alessandro; Pappaterra Alessandra; Pappaterra Francesco; Pappaterra Leontina; Pappaterra Paolo; Pappaterra Roberto; Parisi Marco; Perrone Alessia; Perrone Asia ; Perrone Claudio; Perrone Daniele; Perrone Entoni; Perrone Fatima; Perrone Francesco; Perrone Francesco; Perrone Francesco; Perrone Giovanni; Perrone Giuseppe Roberto; Perrone Lorenzo; Perrone Maira ; Perrone Marcello; Perrone Maria; Perrone Vincenzo; Perrone William Pio ; Perrone Ylenia; Piragino Simone; Rao Antonio; Regina Alessandro; Regina Anna; Regina Antonella; Regina Luigi; Regina Luigi; Rinaldi Giusy; Romano Vincenzo ; Rotondaro Veronica; Santoro Nicole Anna; Sola Biagio; Sola Biagio; Sola Carmine; Truncellito Serena; Vigorelli Francesco; Zaccaria Gerardo;

domenica 14 agosto 2011

CHIUSURA IN BELLEZZA DELLA XXI EDIZIONE DELLO XENIA FOLKLORE FESTIVAL

Serata di chiusura del festival, fresca come nella migliore tradizione del clima mormannese, il detto popolare del resto recita che “agustu jè capu i vernu”. Lo spettacolo finale di queste quattro giornate festivaliere si svolge in piazza S. D’Alessandro ma le “danze”, in senso metaforico e non, si sono aperte già nel tardo pomeriggio con il raduno dei gruppi in località Faro, per l’inaugurale aperitivo. Proprio ai piedi del simbolo della cittadina abbiamo assistito a bei siparietti: una mescolanza di lingue e di colori, cittadini del mondo accomunati dalla identica passione per la musica e la danza e poco importa se si tratta della modernissima danza Kuduro, tormentone dell’estate; foto collettiva sulle gradinate con ola finale e al richiamo dei capi gruppo tutti in fila per la sfilata lungo il corso. Alla testa del corteo multietnico i “pulcini” dei Miromagnum; il minifolk è stato ricostituito nell’ultimo anno grazie al paziente e caparbio lavoro dei “grandi” del gruppo; conta circa 50 bambini dai 4 ai 14 anni ed è alla sua seconda uscita; porta il nome di Gruppo minifolk Francesco Perrone in memoria di un ragazzo che del gruppo folk faceva parte sin da piccolissimo, scomparso prematuramente l’anno scorso.
La serata come si diceva è fresca e il pubblico che intanto ha riempito la piazza comincia a rumoreggiare, è tempo che lo spettacolo cominci.. e si inizia davvero: tocca ai piccoli del minifolk che dedicano al pubblico il loro colorato girotondo della pace intorno ai rappresentanti dei gruppi delle 5 nazionalità presenti che reggono un mappamondo. E’ il momento delle presentatrici: arrivano sul palco due magnifiche apparizioni: Yanil e Annalisa, che nel corso della serata dimostreranno anche un’ottima padronanza del mestiere unita a grande simpatia oltre che alla bellezza. Ora il palco è tutto dei gruppi stranieri, splendidi nei loro costumi tradizionali: Croazia, Serbia, Russia, Indonesia ed infine conquista la scena il gruppo ospitante: i Miromagnum. A metà serata consegna del premio “Il Faro”, giunto alla sua settima edizione, onorificenza che viene conferita a personaggi calabresi distintisi nel sociale per meriti personali e professionali. Quest’anno vengono premiati ex-equo due “fari” della lotta alla criminalità organizzata: il Colonnello Giardina e il dr. Boemi. Il primo non presente per impegni all’estero precedentemente presi, ha inviato un messaggio di saluto e ringraziamento, chiuso con il commovente richiamo alle sue origine mormannesi e dedica del premio alla madre. Presente il Dr. Boemi che riceve il riconoscimento dalle mani del Presidente del Parco Nazionale del Pollino. Nelle parole del Dr. Boemi le parole la speranza: “…la Calabria non è n’drangheta, la vera Calabria siete voi, sono i bambini che hanno ballato su questo palco pochi minuti fa..” Con il dr. Boemi e i colonnello Giardina l’appuntamento è a ottobre per parlare di cultura della legalità in un convegno che chiuderà l’ edizione 2011 dello Xenia Folklore festival.
La serata è tutto un susseguirsi di canti e balli della tradizione di ciascuna nazione presente, un tripudio di suoni, colori, melodie antiche, lingue differenti: è in scena il festival della pace, della ospitalità, dell’amicizia.. in una parola sola è la Xenia!!

sabato 13 agosto 2011

Orienteering nel cuore di Mormanno, durante lo Xenia Festival

Gli eventi dello Xenia Folklore Festival a Mormanno sembrano un’opera sinfonica in crescendo, le aspettative degli stessi organizzatori sono state sino ad oggi di gran lunga superate. Ieri la giornata dedicata allo sport ha fatto socializzare e dialogare paesi di diverse etnie ma, l’evento di oggi, ha prodotto qualcosa di più profondo: ha sigillato definitivamente il legame tra l’ospite e la cittadinanza.
Ore 9.30: rifornimento di energia con la ricca e succulenta colazione Mormannese. L’avventura da affrontare, anche se entusiasmante e piacevole, si presentava impegnativa, i partecipanti ospiti sono stati dopati a suon di bocconotti, pane e sopressata e tanto miele.








Ad accogliere gli amici della Serbia, Croazia, Indonesia, Russia c’erano i responsabili della bella iniziativa Mimmo Alberti e Giovanni Torcelli. La Uisp è riuscita a realizzare un progetto al quale lavorava da tempo: la valorizzazione del territorio attraverso il gioco e il sano divertimento. L’obiettivo è stato centrato, il paese si è animato con le voci di mille culture, gli odori e i sapori della tradizione, il tutto incorniciato dal fascino dei vicoli, le “vaneddre”.











Al “via”, dopo aver illustrato lo scopo dell’iniziativa, sono state spiegate le modalità di svolgimento del gioco ovvero seguire la mappa e trovare, in successione, i punti di controllo per poi raggiungere la postazione finale, il tutto nel minor tempo possibile. Il numero delle iscrizioni è stato ragguardevole, oltre ogni aspettativa. Infatti, oltre agli ospiti, gli stessi concittadini hanno voluto provare l’esperienza di guardare il centro storico in un’ottica differente.
Qualche dato: 100 squadre partecipanti e 200 atleti in giro per il borgo. Onere al merito alla squadra n.92 che ha visto arruolati i due atleti più piccoli di soli 2 anni, Luigi Carol e Anselmo Francesco, e alla squadra n.100 che annovera il 75enne Nicola da Canosa!

Alla domanda “Operazione riuscita?”. Torcelli ha risposto con un sorriso ribadendo non solo il successo dell’iniziativa ma che il centro storico di Mormanno si candida ad accogliere i campionati Mondiali del 2012.

Ad onor di cronaca: 1° gruppo classificato l’Indonesia con punti 27,7; 2° la Russia con 25,66; 3° la Serbia con 16,33. La prima coppia classificata è composta da Dimitri e Vasili, entrambi russi, che hanno raggiunto i sette punti di controllo in solo 13 minuti. Un ex-aequo a tutte le nonne e le mamme mormannesi, sia a quelle che dalle proprie logge incitavano i concorrenti e sia a quelle che offrivano ristoro per la fatica della corsa. Insomma la Xenia a tutto tondo!










Gli appuntamenti della serata: Fiera della Tradizione, coordinata dalla Proloco, tutta dedicata ai saperi e sapori del Pollino; concerto del gruppo Coram Populo.
L’appuntamento è per la serata finale che si terrà sabato 13 agosto, in Piazza Salvatore D’Alessandro, e vedrà la consegna del VII Premio Faro al Colonnello dei Carabinieri V. Giardina e al Dott. S. Boemi.

venerdì 12 agosto 2011

Mormanno Xenia, sport in vetrina!

Mormanno – La seconda giornata dello “Xenia Folklore Festival” si svolge all’insegna dello sport e delle attività all’aperto: basket, calcio e volley.
L’evento diventa occasione di condivisione tra popoli e culture differenti.
La piccola cittadina mormannese si è trasformata in un grande centro sportivo, con numerosi campi sportivi allestiti in luoghi caratteristici e simboli della comunità .
Il Faro votivo, dove c’è un bel campetto costruito nel secolo scorso, è il uogo ideale per la sfida tra i gruppi partecipanti allo festival internazionale del folklore (Serbia, Russia , Indonesia ) e i bambini dell’associazione A.S.Volley in rappresentanza di Mormanno e dell’Italia.
Alla fine di uno scontro avvincente tra la squadra serba e la squadra volley di Mormanno, hanno avuto la meglio gli amici serbi; onore al merito di questi ragazzi che hanno dimostrato grande tenacia e professionalità conquistando il primo posto del podio.






Una commovente dimostrazione di solidarietà e amicizia tra i popoli il tifo accorato della squadra indonesiana per quella serba e viceversa .
Molti i turisti e i mormannesi presenti a sostenere l’iniziativa promossa e organizzata dall’associazione Volley con la supervisione del gruppo folkloristico Miromagnum.
Grande prestazione degli indonesiani nella partita di calcio:
a piedi nudi si sono cimentati contro la squadra formata dai membri del Miromagnum e dimostrando grande capacità sono risultati i vincitori del torneo.
Una bella mattinata di sport ha cementato l’amicizia tra i ragazzi partecipanti e divertito il pubblico.
Un successo ben meritato per gli organizzatori dell’iniziativa.

giovedì 11 agosto 2011

Esito di una conferenza stampa ricca di emozioni

C’è emozione nella sala del polifunzionale S. D’Alessandro, il clima tipico della vigilia, di quello che, almeno nelle intenzioni degli organizzatori, dovrà essere il grande evento di questa estate mormannese. Dopo le interviste di rito, col ritardo usuale di tutte le grandi prime,

i lavori di presentazione dello Xenia Festival 2011 hanno inizio. Scaletta ricca di interventi. In sala i volti attenti dei componenti dei gruppi ospiti, dai quali traspare la preoccupazione di non comprendere per problemi linguistici, misti ai volti degli organizzatori preoccupati, a loro volta, per la buona riuscita dell’iniziativa.
Già dalle prime parole del moderatore emerge lo spirito che il festival intende portare all’attenzione del pubblico: la Xenia, l’ospitalità in tutte le sue forme. Obiettivo della manifestazione è la diffusione della cultura attraverso la creazione di una “rete” che utilizza i media per la promozione della territorialità. E’ emozionato il primo cittadino, Guglielmo Armentano, nel suo intervento richiama più volte la compartecipazione delle associazioni del proprio comune all’organizzazione del festival e il taglio culturale che si è voluto dare all’evento che si concluderà ad ottobre con il convegno sulla legalità. Ancora più emozionato il presidente del Gruppo Miromagnum, Marcello Perrone, giunto alla scadenza del suo secondo mandato, presenta quello che si propone come una svolta nella storia del festival e ringrazia tutti gli stakeholders che hanno inteso dare il proprio contributo, in un periodo di crisi, con particolare riguardo ai privati che mai come quest’anno hanno impegnato risorse proprie per l’evento. Importanti media partners quali Il Quotidiano della Calabria, Ten, TGR Regione, hanno inteso mettere a disposizione degli spazi sulle loro testate per la divulgazione e promozione dello Xenia festival. In particolare il Quotidiano offrirà per queste giornate uno spazio giornaliero e TGR Calabria promuoverà nella diretta delle 14.00 dell’11 agosto l’evento.
La parola per i particolari passa al Direttore Artistico del Festival Gianluca Marsiglia. La formula rinnovata del festival presenta importanti peculiarità: intanto i gruppi saranno ospitati in loco perché possano “vivere” il paese, gli stessi ospiti saranno quindi coinvolti nei tornei sportivi appositamente organizzati e nell’orienteering attraverso i vicoli del borgo. Folklore è anche scoperta dei sapori: a tale scopo si snoderà, lungo il corso principale e fin dentro i vicoli del centro storico, la Fiera delle tradizioni che presenterà ai partecipanti un tripudio di gusti e colori. Naturalmente folklore è anche tributo alla bellezza ed alla simpatia: infatti, la conduzione della serata conclusiva sarà affidata alle splendide Annalisa e Yanil.
La rete tra folklore – associazioni- istituzioni – aziende è un modello che, già sperimentato in occasione in manifestazioni quali La Tradizione per la vita e Walk of Life per Telethon, ha dato risultati notevoli se rapportate a realtà territoriali più ampie del nostro comune.
Il presidente della Pro Loco Giuseppe Sola, entusiasta della positiva esperienza di cooperazione tra i vari partners fatta in occasione dell’organizzazione dello Xenia festival, propone la costituzione di un consorzio tra le diverse associazioni allo scopo di promuovere la “mormannesità” intendendo con questo termine la diffusione dei valori culturali della cittadina.
Mimmo Alberti in rappresentanza della Uisp Calabria illustra l’idea che sta alla base della esportazione dell’orienteering dal bosco al borgo; lo scopo è di far conoscere il centro storico del paese attraverso il gioco.
L’Associazione Amici in vetrina che da un anno propone la promozione della cultura della fotografia nella provincia di Cosenza ha organizzato invece lo XENIA Foto Contest: un concorso aperto ai dilettanti; chi vuol cimentarsi dovrà proporre da tre a cinque scatti; le foto più belle saranno esposte nella mostra fotografica che accompagnerà il convegno di ottobre e gli scatti migliori saranno poi inseriti nel calendario 2012 del Gruppo Miromagnum.
In concomitanza al festival a Mormanno si terranno altri due eventi, inizialmente non previsti nel progamma dello Xenia: la mostra permanente di poesie alla memoria, allestito ad opera del poeta locale Francesco Tarantino, presso il luogo di culto per eccellenza: il camposanto e la giornata della Cittadinanza attiva. In particolare nella giornata del 13 agosto sarà allestito un gazebo informativo a cura delle associazioni di volontariato AVO e AVIS locali e nel pomeriggio si svolgerà un convegno sulla solidarietà.
Nelle parole di tutti gli oratori il ringraziamento ai privati che hanno collaborato nell’organizzazione del festival. Tra questi, raccogliamo la testimonianza dell’avvocato La Valle, rappresentante dell’omonima ditta di trasporti, che richiama l’attenzione sulle tante manifestazioni di solidarietà ricevute dalla cittadinanza mormannese in occasione del pauroso incendio che nel 2008 ha parzialmente distrutto l’azienda di cui è titolare.
Il Presidente Comunità Montana italo Arbreshe del Pollino, Vincenzo Barletta, ricorda con piacere i bei momenti di riflessione vissuti quando, sindaco del paese di Mormanno, accompagnava il gruppo in terra straniera e lancia il suo appello ai propri concittadini alla partecipazione attiva all’evento, soprattutto in termini di accoglienza degli ospiti stranieri. Il Presidente dell’Ente Parco, on.le Domenico Pappaterra, nel ricordare che la manifestazione è coorganizzata dall’Ente che rappresenta
lancia la sfida per l’avvenire: “…bisogna rendersi conto che le idee possono essere messe in campo solo se si cercano le sinergie tra i vari attori sociali, se ci si mette assieme, se si fa uno sforzo di sintesi, poichè il solo sostegno delle istituzioni non è sufficiente. L’azione intrapresa di coinvolgimento delle diverse associazioni messa in campo dal Miromagnum è l’idea vincente…”E’ stata serata di grande progettualità e grandi emozioni, conclusasi, nel pieno spirito della Xenia, con lo scambio dei doni tra i gruppi e le istituzioni.
Ultima chicca della serata: il canto tradizionale offerto dal gruppo serbo.

martedì 9 agosto 2011

Mormanno al via la “XXI edizione dello Xenia Folklore Festival – VII Premio Internazionale Il Faro”


Con la conferenza stampa prevista per le ore 19.30 del 10 agosto, presso la Sala Polifunzionale, Piazza S. D’Alessandro ore prende il via la XXI edizione del festival del folklore, un festival che si propone all’attenzione del pubblico con una formula interamente rinnovata, che vuole, nelle previsioni degli organizzatori, connotarsi come occasione di scambio interculturale fra i popoli delle diverse nazioni partecipanti, ampliando lo scenario, andando ben oltre la ripropoosizione dei canti e delle danze popolari. Nelle parole del sindaco Guglielmo Armentano lo spirito che animerà questa tre giorni di festival:
“ In veste di primo cittadino è con orgoglio che presento all’attenzione di tutti l’edizione 2011 dello Xenia Festival, la quale si propone con una formula totalmente rinnovata. La chiave di volta di questa nuova esperienza è l’ospitalità a tutto tondo; infatti formula del festival 2011 prevede che i nostri ospiti stranieri e tutti i partecipanti possano condividere momenti della nostra quotidianità: dallo sport, alla tavola, alla vita delle “vaneddre”. Insomma abbiamo immaginato e costruito un festival che va oltre la esibizione su un palco ma che vive il paese. Il programma è ricco e articolato: si è cercato armonizzare in un'unica esperienza lo sport, la musica, la danza, la degustazione dei prodotti tipici e la cultura.
Da sindaco sono veramente orgoglioso di presentare un evento che, per la prima volta nella storia del nostro paese, ha visto la partecipazione di tutte le associazioni presenti sul territorio comunale; a loro va il mio più sentito ringraziamento per l’impegno e la dedizione con cui hanno collaborato nella realizzazione del festival. Voglio leggere in questa partecipazione una speranza per il futuro, il segno che Mormanno vuole e può essere ancora un polo di attrazione, un “faro” per i paesi del circondario e, vista la connotazione internazionale del festival, anche oltre. Ed a proposito di faro voglio ricordare che procederemo giorno 13 alla consegna del premio il “FARO”, onorificenza destinata a un personaggio calabrese o di origine calabrese che si è distinto per meriti professionali o personali nel campo del sociale. Quest’anno eccezionalmente i “FARI” saranno due: il colonnello Giardina e il Dr. Boemi, e questo per il gran numero di nomination ricevute da entrambi sul sito del gruppo. Il festival non si chiude ad agosto; questa edizione si chiuderà infatti a metà ottobre con il convegno: Dall’unità ad oggi, legalità e meridionalismo elementi di caratterizzazione nell’Europa Unita”; al quale parteciperanno: Col. Valerio Giardina, Dott. Salvatore Boemi, Prof. Guerino D’Ignazio Preside Facoltà Scienze politiche UNICAL, On.Caligiuri Ass.re regionale cultura…..”. In definitiva direi che il festival nella sua nuova formulazione può essere veramente un momento aggregativo di grande portata, visto il coinvolgimento diretto di una grossa fetta della cittadinanza mormannese. A nome di tutta l’amministrazione che rappresento voglio porgere il più cordiale benvenuto ai gruppi stranieri presenti al festival; in particolare credo che la compresenza del gruppo della Croazia e del gruppo proveniente dalla Serbia, date le note vicende che hanno interessato questi due popoli, sia molto significativo; è la certezza che la convivenza civile e pacifica tra i popoli è possibile e non un’utopia.”
Come anticipato dal Sindaco Armentano, a questa edizione del festival, partecipano un gruppo serbo, un gruppo croato, un gruppo proveniente dalla Russia e uno dall’Indonesia.
Nelle parole del Presidente del Gruppo Folk Miromagnum, Marcello Perrone, maggiori dettagli sul festival 2011.
Marcello Perrone: “Con grande emozione diamo il via alla XXI edizione del festival del folclore; che per noi rappresenta una nuova sfida, un nuovo traguardo da raggiungere. La parola d’ordine quindi, è “ospitalità”. Abbiamo programmato varie iniziative nei tre giorni che seguiranno, che spaziano dallo sport, alla tavola, all’ orienteering nei vicoli del paese, alla sfilate dei gruppi.
Forti del successo che abbiamo riscontrato nelle precedenti edizioni, abbiamo immaginato e realizzato un festival orientato sì alla riscoperta delle tradizioni, ma che ben si sposa con la quotidianità del borgo e delle sue genti. L’idea è portare il folklore, nella sua accezione più ampia e positiva, fuori dal palco. Lo sforzo è stato notevole e senza dubbio qualcosa ci è sfuggito, di questo il nostro pubblico ci scuserà, ma come ribadito dal sindaco Armentano, la vera novità è rappresentata dalle sinergie che si sono sviluppate tra le diverse associazioni presenti sul territorio comunale affinchè il festival nella nuova formulazione potesse prendere vita. Grazie a loro, il tutto potrà svolgersi, crediamo, nel migliore dei modi; in particolare giorno 11 agosto ci saranno tornei di minivolley, basket e calcio a 5 organizzati dalle associazioni sportive mormannesi; giorno 12 Orienteering nel centro storico di Mormanno a cura della UISP Calabria e, a cura della Pro loco e con la partecipazione dell’associazione Comunalia, sarà inaugurata la Fiera della Tradizione con sfilata e piccole esibizioni dei gruppi folkloristici; nelle serate dell’11 e del 12 la musica diventa protagonista con i concerti rispettivamente dei Coram Populo e dei Faro Loco; il tutto terminerà la sera del 13 agosto con la serata conclusiva dello XENIA Folklore Festival e consegna VI Premio “Faro”: verranno premiati il Col. Valerio Giardina e il Commissario della Stazione Unica Appaltante della Regione Calabria Dott. Salvatore Boemi. L’appuntamento si sposta poi ad ottobre per il convegno sulla legalità”.
Un programma degno di un festival a carattere internazionale è quello che Mormanno propone a quanti vorranno partecipare, con alla base un’idea di fondo che convince ed attrae, quella della promozione del territorio attraverso la “Xenia”, l’ospitalità che sin dagli albori dei tempi ha delle semplici regole: il rispetto del padrone di casa verso l’ospite, il rispetto dell’ospite verso l’ospitante, il “dono d’addio” dell’ospitante all’ospite prima della partenza. Lungo queste tre linee guida si svolgerà il festival 2011 e se, parafrasando Edison “il valore di un’idea sta nella sua realizzazione”, che il festival abbia inizio!!

Conferenza stampa ore 19:30 polifunzionale S. D’Alessandro (Mormanno)
Partecipazioni confermate: Sindaco Guglielmo Armentano, Presidente Miromagnum Marcello Perrone, Direttore Artistico Gianluca Marsiglia, Presidente Proloco Giuseppe Sola, Presidente Uisp Calabria Prof. Tropeano Giuseppe, Walter Valentini responsabile Ass. ladri di luce, Prof. Francesco M.T. Tarantino Curatore mostra “Memorie di Alberi recisi”, Dott.ssa Angela Grisolia resp. “Giornata della cittadinanza attiva”, Avv. Toscano Mario A.U. La Valle srl, Dott. Gianluca Grisolia consigliere Provinciale, On. Pappaterra Domenico Presidente Parco Nazionale Pollino. Gruppi partecipanti con scambio doni: Serbia, Croazia, Russia, Indonesia, Italia.

mercoledì 3 agosto 2011

Enel, centrali aperte a Mormanno con i Miromagnum



Sabato 06 Agosto 2011 le rive del lago di località Pantano ( Mormanno) ospiteranno l’edizione 2011 di Centrali Aperte. Un’occasione unica per visitare i nostri impianti, conoscere i progetti a tutela dell’ambiente attraverso le tante attività dedicate a tutte le famiglie: sport, spettacoli e eventi ricchi di emozioni. Visitare l’impianto idroelettrico del Battendiero significa scoprire uno degli 80 luoghi dove si “fabbrica” l’energia, conoscere il grande patrimonio tecnologico ed umano di Enel. Lo spettacolare palcoscenico del Pollino accoglierà quanti vorranno arrampicare in stile free le pareti appositamente attrezzate, tirare d’arco o scorazzare (condotti da espertissimi istruttori) con super tecnologiche mountain bike nelle valli adiacenti l’impianto idroelettrico alla scoperta della genuinità del prodotti locali, da quelli caseari a quelli degli ottimi salumifici, oppure, molto più semplicemente, pedalare alla scoperta di angoli di rara bellezza. L’allegria della giornata è assicura dalle danze e dalle note del gruppo Miromagnum, ormai noti ambasciatori nel mondo della cultura e elle tradizioni del Pollino, o dalle Dragon Boat di Davide Tizzano, l’atleta olimpionico 16 volte campione italiano di canottaggio, che permetterà agli ospiti di regatare sulle acque smeraldo del lago Pantano divertendosi con una disciplina sportiva dalle antiche origini orientali, ma ormai diffusa in tutto il mondo. L’accoglienza degli ospiti, la cura dei luoghi che ospiteranno la manifestazione sono affidate ai tecnici di Enel che guideranno i visitatori nei percorsi di conoscenza dell’impianto e li accompagneranno a degustare i migliori prodotti della gastronomia del Pollino, a godere dei suoni degli strumenti della tradizione popolare.




Sabato 6 agosto 2011 - Località Pantano, Mormanno (Cs) - Programma orario di apertura 9.30- 17.30

Ore 9.30 accoglienza ospiti
Dalle ore 9.30 alle ore 17.30
- Visite guidate sulla Diga con tecnici Enel
- Tiro con l’arco
- Escursioni guidate in mountain bike
- Percorsi con quad elettrici
- Gita sul lago in Dragon Boat
- Servizio bar
Dalle ore 12.30

Degustazione prodotti tipici
Dalle ore 11.00 alle ore 13.00

Spettacolo di musica popolare con i Miromagnum di Mormanno e loro piccoli

vi aspettiamo!






info: http://www.enel.it/it-IT/eventi_news/iniziative/centrali_aperte/mormanno.aspx

giovedì 28 luglio 2011

TUTTO PRONTO PER “XENIA” FOLKLORE FESTIVAL

L’Associazione Miromagnum di Mormanno, con la coorganizzazione dell’Ente Parco Nazionale del Pollino e della UISP Calabria ed il Patrocinio della Regione Calabria e del Comune di Mormanno, presenterà il XXI Festival Internazionale del Folklore – XENIA Folklore Festival.
Vari e di fama mondiale i gruppi che prenderanno parte alla kermesse, provenienti da Russia, Serbia, Croazia ed Indonesia, delizieranno i Mormannesi dal 10 al 13 Agosto con le loro esibizioni.
La coordinazione della manifestazione è affidata al Presidente del Gruppo Folkloristico Miromagnum “Marcello Perrone” e al Direttore Artistico del Festival “Gianluca Marsiglia”; una formula tutta nuova quella che si è voluta sviluppare per l’edizione 2011, infatti il Miromagnum ha coinvolto nell’organizzazione di ogni singolo evento del festival tutte le associazioni mormannesi, dalla Pro Loco alla A.S. Volley Mormanno, dai MormannoStreetBallerz ai Paradise Mormanno Calcio a 5, fino ad arrivare all’Associazione Comunalia, la Compagnia Arcieri Del Lago, la Compagnia del Cucco.
XENIA Folklore Festival 2011 è la prima edizione di un Festival innovativo e rinnovato in tutti gli aspetti, in quanto ha come scopo il coinvolgimento degli ospiti, in tutto e per tutto, nella vita degli abitanti di Mormanno. Farli partecipare ad attività socio-culturali, vivere in mezzo ai mormannesi, fargli conoscere le bellezze del territorio, ecc.. Si tratta di una base di partenza per un progetto molto più ampio che fra qualche anno l’associazione Miromagnum si è prefissato di compiere.
Come nelle ultime edizioni verrà consegnato il Premio Faro, giunto alla VII edizione, premio che viene consegnato ad un personaggio calabrese o di origini calabresi distintosi per le sue attività; i vincitori, quest’anno sono due personaggi simbolo della lotta alla criminalità organizzata: il Colonnello dell’Arma dei Carabinieri Valerio Giardina e al Commissario della Stazione Unica Appaltante della Regione Calabria Dott. Salvatore Boemi. Le nominations sono state raccolte durante l’anno nel portale dei Miromagnum www.miromagnum.it e viste le numerose preferenze acquisite dai due, si è preferito procedere ad una consegna ex-equo.
XENIA Folklore Festival è l’unica manifestazione folklorica in Italia, riconosciuta ufficialmente dal Ministero dei Beni Culturali Russo, inserita nel programma de “L’anno della lingua e della cultura italiana in Russia e della lingua e della cultura russa in Italia”.
Sarà presente anche l’associazione Ladri di Luce di Rende (CS) che seguirà i gruppi durante tutto il festival ed istituirà un concorso fotografico gratuito per tutti coloro che vorranno parteciparvi.

Un particolare ringraziamento all'amica Yanil per questo bellissimo regalo.........

lunedì 25 luglio 2011

Anche in Brasile, il "Ballo della fagona"!

Sabato scorso abbiamo ricevuto dall'amica Luzia Helena Casali de Moraes, il seguente video:

















La danza che hanno voluto eseguire è il "ballo della fagona", ballo storico della nostra formazione, per i Miromagnum un ulteriore momento di vanto e di orgoglio. Il ballo è stato eseguito dagli amici del Grupo de Dança Folclórica Italiana Tarantolato, capitanati dall'amica Luiza Helena nella città di Belo Horizonte (Brasile), in occasione dell'evento celebrativo della nascita di questa città. Belo Horizonte con i suoi 2.438.526 abitanti, è una città del Brasile sud-orientale, capitale dello stato di Minas Gerais dal 1897, anno in cui venne ultimata la sua costruzione, su progetto dell'ingegnere Aarão Reis. Circa 30% dei cittadini di Belo Horizonte sono oriundi italiani.

Il gruppo de Dança Folclórica Italiana Tarantolato nasce nel 2000, in occasione della giornata celebrativa per la città di Juiz de Fora, che ha festeggiato da poco i suoi 150 anni di storia.

Attraverso Funalfa, organo del comune locale, studenti, insegnanti e amici della cultura italiana hanno dato vita al gruppo.



Dimostrazione, di come le distanze siano insignificanti e di come i Miromagnum attraverso i lavori svolti in questi 31 anni, con l'ausilio delle nuove tecnologie siano sempre avanti. Sembra un'autoproclamazione, così non è, sono i fatti che confermano questa tesi!



Infine e non per ultimo in vetrina le foto di Bitburg